Enti e regioni

Stage nei consolati del mondo

di Francesca Barbieri

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Ambasciate, rappresentanze permanenti nelle organizzazioni internazionali, consolati, istituti italiani di cultura: sono 353 le opportunità di stage sparse per il mondo riservate agli studenti universitari.

Il bando di selezione aperto fino al 9 febbraio frutto di una collaborazione tra il ministero degli Esteri, il Miur e le università italiane, attraverso il supporto organizzativo della Fondazione Crui. I tirocinanti saranno impegnati nella realizzazione di ricerche, studi, analisi ed elaborazioni di dati utili all’approfondimento dei dossier trattati in ciascuna sede diplomatica.

Possono candidarsi gli studenti degli atenei aderenti al progetto (sono una cinquantina, con l’elenco disponibile sul sito www.crui.it) iscritti ai corsi di laurea magistrali, con minimo 60 crediti formativi (almeno 230 in caso di lauree a ciclo unico), una media di almeno 27/30, una conoscenza certificata della lingua inglese da B2 in su e un’età non superiore a 28 anni.

La durata dei tirocini è di tre mesi - dal 2 maggio al 2 agosto 2018 - prorogabili di un ulteriore mese, d’intesa tra la sede ospitante, lo stagista e l’università di provenienza.

Le sedi di svolgimento dei tirocini sono sparse per tutto il mondo: 159 posti sono in Europa, 53 in Asia, 46 in America del Nord, 42 in Centro e Sud America, 30 in Africa, 13 nel Medio Oriente e 10 in Oceania.

Il tirocinio è disciplinato da un progetto formativo, che contiene le attività che il giovane sarà chiamato a svolgere, il numero di crediti formativi (almeno 1 per ogni mese di attività).

Al tirocinante spetta un rimborso forfettario delle spese sostenute di importo minimo pari a 300 euro mensili, pagati dall’università di appartenenza. Alcuni sedi estere ospitanti mettono a disposizione degli studenti alloggi gratuiti.

Le candidature possono essere inviate esclusivamente per via telematica dal sito della Fondazione Crui entro le ore 17 del 9 febbraio.

Il candidato, oltre a inserire i dati anagrafici, il curriculum, la lettera motivazionale, le eventuali esperienze lavorative e tutte le informazioni su ateneo, corso di studi ed esami sostenuti, dovrà indicare anche due sedi di destinazione, di cui una al di fuori di Unione europea e Stati Uniti.

Il link diretto dal quale presentare la candidatura ai tirocini della Fondazione Crui
© RIPRODUZIONE RISERVATA