Enti e regioni

Il Lazio lancia card «Riesco»: 600 euro al mese per i «Neet»

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Una card da 600 euro al mese rivolta a chi non studia e non lavora per partecipare ad attività formative e professionalizzanti, da spendere per l’arricchimento culturale, e con un “credito” di 200 euro in denaro da utilizzare liberamente. E più ci si forma, più si viene “premiati”.

Arriva «Riesco»
È «Riesco», il reddito di inclusione formativa della regione Lazio: il progetto, che vale 36 milioni di euro dal Fondo sociale europeo, è rivolto a circa 5mila giovani tra i 18 e i 29 anni, che vivono nel Lazio da almeno sei mesi. I destinatari dell’iniziativa devono avere un Isee 2017 non superiore a 15mila euro ed essere disoccupati, non iscritti a percorsi formativi o scolastici, non iscritti a percorsi di orientamento, non iscritti all’università e che non hanno in corso partecipazioni ad altri progetti o iniziative finanziati con il Por Lazio FSE 2014-2020 o da altri programmi di politica attiva del lavoro della Regione.

I servizi acquistabili
L’iniziativa verrà attuata, è stato spiegato, tramite la «Carta Riesco», che consente di acquistare una serie di servizi su due cataloghi: il Catalogo A, che comprende percorsi integrati di orientamento e formazione, e il catalogo B, costituito da attività che stimolano l'apprendimento, la creatività e la cittadinanza attiva come libri, ingressi a teatro, musei, mostre e altri eventi. La partecipazione ai percorsi offerti nel Catalogo A dà anche diritto a ricevere direttamente sulla Carta un’indennità mensile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA