Enti e regioni

I manager in campo per spingere l’alternanza

di Cl. T.

S
2
4Contenuto esclusivo S24

I manager mettono a disposizione fondi per oltre 70mila euro e il loro tempo: affiancheranno scuole e studenti, per una buona alternanza a sostegno del Centro Italia.

L’evento
La notizia è stata data nel corso del convegno «Alternanza scuola-lavoro: quale futuro?», organizzato in occasione dell’anniversario dei 30 anni di Vises, la Onlus di riferimento di Federmanager.

Grazie alla raccolta fondi attivata da Federmanager, Vises ha una dotazione di oltre 70mila euro che ha deciso di destinare a progetti di formazione “on the job” nelle aree di Abruzzo, Marche e Lazio maggiormente colpite dal terremoto.

L’iniziativa
Con il progetto di Vises «Un’impresa che fa scuola» i manager delle sedi Federmanager coinvolte affiancheranno, in qualità di mentor, gli studenti delle scuole del Centro Italia per realizzare delle “mini-imprese” (imprese formative strumentali) che permettano loro di acquisire competenze trasversali per una migliore comprensione ed inserimento nel mondo lavorativo. L’intervento, in linea con le indicazioni europee ed internazionali, verrà realizzato a partire dall'anno scolastico 2017/2018 e avrà una durata di 12 mesi. Rita Santarelli, Presidente Vises, ha espresso il suo ringraziamento a Federmanager e ha affermato: «Siamo felici di poter realizzare il progetto perché questa esperienza darà l'opportunità ai ragazzi di sviluppare competenze per la loro crescita personale ma anche di offrire un contributo alla rinascita dei propri territori». Le scuole coinvolte, individuate da Anp, l’Associazione nazionale presidi, partner di progetto, potranno innovare la didattica, oltre a rafforzare le proprie dotazioni strumentali.
«L’impegno dei manager è oggi doppiamente testimoniato dalla generosità con cui i colleghi hanno aderito alla nostra raccolta fondi e dal loro coinvolgimento come tutor esterni per trasferire ai giovani esperienza e competenze», ha chiosato Stefano Cuzzilla, Presidente Federmanager.


© RIPRODUZIONE RISERVATA