Enti e regioni

Insegnare buona politica contro l’antipolitica

di Sergio Fabbrini e Dino Pesole

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Insegnare la buona politica non è solo l’antidoto all’antipolitica. È la constatazione che solo un’accurata preparazione su tutti i temi che attengono alla vita istituzionale e politica del Paese possa contribuire a formare la classe dirigente del futuro e aprire al tempo stesso la strada a scelte di lungo periodo. Una politica fatta di contenuti, che guarda non al clamore mediatico ma alla concreta realizzazione dei programmi e delle scelte che si mettono in campo. La quarta edizione del master in Management politico organizzato dalla Business School del Sole 24 Ore e dalla Luiss School of Government partirà il 30 novembre proprio con questo obiettivo: formare operatori politici dotati delle necessarie competenze per svolgere la loro attività all’interno del sistema politico italiano. Il crescente successo che ha accompagnato le precedenti edizioni del master ne è la conferma: fondamentale e necessario è il bagaglio di conoscenze e competenze, una sorta di cassetta degli attrezzi, per fare della buona politica, a livello nazionale, locale e territoriale.

Il punto di partenza è che il nostro è un Paese vivo, ricco di risorse e di talenti, fatto di imprese che innovano e investono. Energie preziose, da valorizzare. E la formazione è l’atout fondamentale. Le sfide imposte dalla rivoluzione digitale e dalla globalizzazione richiedono sempre più competenza e preparazione. La buona politica è esercizio costante di lettura, interpretazione e guida dei fenomeni che si muovono nella società, delle mille realtà che caratterizzano contesti socio-economici complessi e in costante, rapida trasformazione. Il “marchio di fabbrica” del Sole 24 Ore e della Luiss, nelle rispettive aree di attività, è appunto quello delle competenze, dell’approfondimento e della divulgazione delle materie che fanno un buon cittadino e buon politico. Con questo metodo, questa vera e propria religione, il master punta a formare una generazione di politici più attenta e preparata. È anche il giusto e doveroso tributo a Fabrizio Forquet, vicedirettore del Sole24Ore prematuramente scomparso il 2 aprile del 2016, appassionato e lungimirante animatore delle prime edizioni del master, cui è dedicata una borsa di studio

Il master si svolge a Roma in formula part time ed è diviso in tre grandi aree tematiche: istituzioni, politica e politiche pubbliche. È strutturato in dieci moduli, ognuno dei quali focalizzato su una specifica tematica. Ai moduli contribuiscono docenti universitari ma anche professionisti della politica, come ministri e leader politici, funzionari pubblici, giornalisti, organizzatori di campagne elettorali e della comunicazione politica, esponenti di movimenti sociali e organizzazioni non governative. I moduli prevedono una partecipazione attiva dei frequentanti del master, anche grazie alla sperimentazione di innovative tecniche didattiche. I partecipanti sono posti nelle condizioni di assumere particolari ruoli politici, di avanzare proposte o strutturare memo da sottoporre a decisori pubblici, di acquisire le necessarie tecniche del processo politico, dal drafting legislativo all’organizzazione di una campagna elettorale.

Il master è organizzato in modo tale da consentire la partecipazione ai suoi moduli anche di chi ha un’attività occupazionale. Per il master in Management politico organizzato dalla Business School del Sole 24 ORE e Luiss School of Government, Inps offre 5 borse di studio totali nell’ambito delle iniziative a sostegno della formazione post universitaria e professionale. La Business School del Sole24Ore mette inoltre a disposizione borse di studio a copertura parziale della quota di partecipazione a candidati meritevoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA