Formazione in azienda

Come si clona un cavolfiore? Le biotech arrivano sui banchi di 8mila scuole

di Marzio Bartoloni

Clonare un cavolfiore con acqua e candeggina e cotone idrofilo o estrarre il Dna da un kiwi usando del detersivo e un filtro da caffè. È quello che potranno tentare di fare gli studenti delle scuole medie di 8mila istituti coinvolti insieme a 20mila docenti in un maxi esperimento di divulgazione scientifica che partirà ufficialmente nei prossimi giorni. Sia con lezioni in classe in alcuni istituti che con video tutorial e materiali didattici per gli esperimenti.

Corsi in aula e con video tutorial
L'iniziativa si chiama GENEration e si tratta di un percorso didattico di biotecnologie rivolto alle scuole secondarie di I grado, promosso da Dompé – l'azienda fondata nel 1940 a Milano, con 800 addetti, e investimenti in ricerca pari al 15% del fatturato - per introdurre i ragazzi al campo delle biotecnologie, informandoli, stimolandone la curiosità ma soprattutto suscitando il loro interesse per l'approfondimento di temi che un giorno potrebbero diventare una vera e propria professione. GENEration sarà accessibile gratuitamente alle oltre 8.000 scuole italiane secondarie di I grado attraverso la piattaforma www.educazionedigitale.it , che veicola le principali campagne scolastiche nazionali di sensibilizzazione con il patrocinio della presidenza del Consiglio, Commissione Europea, e che oggi vede l'adesione di 20mila docenti. Già sono pronti alcuni video tutorial realizzati dalla ricercatrice dell'Iit (l'Istituto italiano di tecnologie) Ilaria Zanardi. Per le lezioni in classe si partirà invece il 10 ottobre a Bologna all'Istituto G. Dozza 1. A seguire il 27 ottobre a Genova all'istituto IC Voltri II; il 6 Novembre a Milano all'Istituto Maffucci; il 30 Novembre a Torino all'Istituto Norberto Bobbio.

Italia tra i Paesi all'avanguardia nelle biotech
Il settore delle biotech è in forte sviluppo in Italia, con un tasso di occupazione che resta stabile e un fatturato di oltre 10 miliardi di euro. Solo in campo farmaceutico le biotecnologie rappresentano una delle tecnologie di punta, dove i farmaci biotech sono il 20% di quelli in commercio e il 50% di quelli in fase di sviluppo. I ricercatori che studiano le nuove frontiere del biotech nel nostro Paese sono ben 4mila. E l'Italia su questa frontiera della ricerca e delle cure è prima in Europa per numero di pubblicazioni e seconda in produzione ed export solo alla Germania. «Le biotecnologie - sottolinea Nathalie Dompé ideatrice e promotrice del progetto GENEration - rappresentano una delle conoscenze fondamentali dell'attuale sviluppo scientifico e tecnologico. Con GENEration vogliamo contribuire a realizzare un rapporto sempre più stretto fra aziende e sistema scolastico affinché i giovani siano stimolati ad approfondire la conoscenza scientifica anche in una prospettiva di futuro impegno lavorativo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA