Servizi per il lavoro

Elmec accelera sulla formazione continua

di Luca Orlando

MILANO

Seicento dipendenti, età media 33 anni. Statistica eloquente per indicare la propensione all’inserimento dei giovani in Elmec, service provider nell’information technology da 182 milioni di ricavi basato a Varese, che sui nuovi ingressi decide di alzare ancora l’asticella.

La novità è il Graduate program, piano per l’inserimento di neolaureati in materie scientifiche (ambito informatico e delle telecomunicazioni) attraverso una job rotation strutturata: nell’arco di tre anni, con un contratto di apprendistato a tempo indeterminato, verrà fatto sperimentare ai soggetti l’intero arco dei reparti aziendali: network, sicurezza e sistemi.

«I giovani sono alla ricerca di un lavoro che non li lasci ore ‘parcheggiati' in un ufficio a fare sempre le stesse cose - spiega Roberto Trentini, direttore delle risorse umane di Elmec - e per questo abbiamo pensato ad un programma che metta alla prova la loro voglia di cambiare e sperimentare diverse competenze e che allo stesso tempo possa accompagnarli in una scelta più consapevole per il proprio futuro. Per ora cerchiamo una decina di ragazzi ma è un programma che vogliamo proseguire ed allargare, come del resto abbiamo fatto per altre attività».

Il percorso più consolidato è quello dell’Elmec College, una sorta di Academy interna dedicata soprattutto ai neodiplomati. Arrivata già alla ventesima edizione, con tre “tornate” all’anno, l’iniziativa riguarda per ciascuna sessione una quarantina di soggetti, a cui per un mese viene erogata dall’azienda una formazione gratuita ad ampio raggio, riguardante sia gli aspetti tecnici dell’attività che l’organizzazione interna o ancora l’approccio al cliente. Al termine del periodo a numerosi ragazzi viene offerto uno stage di sei mesi (con rimborso spese), a cui segue l’inserimento stabile in azienda.

«Poter vedere i giovani in aula - spiega Trentini - aggiunge un elemento importante al semplice curriculum, permettendo un’osservazione diretta dei comportamenti, delle attitudini. È un modo per andare ben oltre il semplice colloquio, uno strumento che funziona e che confermiamo».

Al momento le posizioni aperte in Elmec sono una quarantina e alcune di queste saranno coperte proprio dai ragazzi che la prossima settimana termineranno la formazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA