Enti e regioni

Giovani, ad aprile il tasso di disoccupazione resta stabile al 34%

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Ad aprile 2017 il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioè la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati), è pari al 34,0%, stabile rispetto al mese precedente. Restiamo lontani anni luce dai primi della classe, Germania, che ha un tasso di disoccupazione degli under25 al 6,8%. Peggio dell’Italia solo Grecia (47,9%, ma il dato è fermo a febbraio 2017) e Spagna (39,3%).

La rilevazione Istat
Dal calcolo del tasso di disoccupazione sono per definizione esclusi i giovani inattivi, cioè coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perché impegnati negli studi. L’incidenza dei giovani disoccupati tra 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è pari all’8,8% (cioè meno di un giovane su 10 è disoccupato). Tale incidenza risulta in calo di 0,2 punti percentuali rispetto a marzo. Il tasso di occupazione cala di 0,3 punti, mentre quello di inattività sale di 0,5 punti.

Il tasso di occupazione ad aprile cresce nelle restanti classi di età con variazioni comprese tra +0,1 punti percentuali tra i 35-49enni e +0,5 punti tra gli ultracinquantenni, mentre cala per tutti il tasso di disoccupazione (-0,4 punti tra i 25-34enni, -0,3 punti tra i 35-49enni, -0,5 punti tra gli ultracinquantenni). Il tasso di inattività è stabile tra i 25-34enni, aumenta tra i 35-49enni di 0,2 punti percentuali, mentre cala di 0,2 punti tra gli over 50.


© RIPRODUZIONE RISERVATA