Enti e regioni

Lazio, per i percorsi di istruzione e formazione professionale domande dal 16 gennaio al 6 febbraio

di Alessandra Silvestri

S
2
4Contenuto esclusivo S24


E’ del 30 novembre scorso la circolare della Regione Lazio che disciplina le iscrizioni alle prime annualità dei percorsi di istruzione e formazione professionale, validi per l’assolvimento del diritto- dovere all’istruzione e alla formazione professionale (Dlgs 226/2005). Le domande potranno essere presentate dal 16 gennaio al 6 febbraio 2017.


Il diritto- dovere all’istruzione e formazione professionale
L’obbligo di istruzione e formazione professionale garantisce a tutti l’acquisizione delle necessarie competenze di base per il corretto esercizio della cittadinanza attiva e dunque per l’inserimento nella società. Tale diritto-dovere riguarda la fascia d’età compresa tra i 6 e i 18 anni e si assolve nei normali percorsi d’istruzione oppure nei percorsi regionali di istruzione e formazione professionale. Nel Lazio l’offerta formativa relativa ai percorsi di istruzione e formazione professionale è erogata dai centri di formazione professionale (istituzioni formative, If) e dalle istituzioni scolastiche (Is) che offrono i percorsi triennali di IeFP in regime di sussidiarietà integrativa, secondo la normativa vigente. La responsabilità e la vigilanza sull’assolvimento dell’obbligo coinvolgono più soggetti: i genitori, cui competono le scelte tra le varie opzioni; le istituzioni formative/istituzioni scolastiche garanti della qualità dell’apprendimento e le Regioni o gli enti locali che assicurano le condizioni per la piena fruizione del diritto allo studio.


Iscrizioni on line
L’iscrizione on line ai centri di istruzione e formazione professionale è riservata esclusivamente agli studenti che abbiano conseguito o prevedano di conseguire il titolo conclusivo del I ciclo prima dell’inizio del 2017/18 e che intendano frequentare i corsi IeFP. Le famiglie possono presentare l’istanza accedendo al servizio ’’Iscrizioni on line’’ con le credenziali ottenute in fase di registrazione, da effettuarsi a partire dalle ore 9 del 9 gennaio 2017, accedendo al sito www.iscrizioni.istruzione.it. Le domande d’iscrizione, invece, possono essere inoltrate dalle ore 8 del 16 gennaio alle ore 20 del 6 febbraio 2017. L’avvenuta registrazione o la variazione di stato della domanda sarà notificata in tempo reale alla famiglia tramite posta elettronica. L’iter della domanda può costantemente essere monitorato attraverso una funzione web. In caso di necessità le istituzioni formative e/o scolastiche supporteranno le famiglie nella procedura di iscrizione.
Nell’esprimere la propria scelta in merito all’offerta formativa, alle famiglie è data facoltà di indicare anche una seconda ed una terza opzione in caso di eccedenza nel numero delle domande. La circolare indica quali criteri di precedenza nell’ammissione: il giudizio di orientamento della scuola di I grado, le richieste supportate dai servizi sociali, le domande presentate da studenti diversamente abili o affetti da disturbi specifici di apprendimento, la residenza dello studente o la sede di lavoro di uno dei genitori, la presenza di fratelli o sorelle già frequentanti. Altrimenti, si ricorre all’estrazione a sorte.
Il genitore che compila il modulo deve dichiarare di aver effettuato la scelta in osservanza delle disposizioni del codice civile, e cioè con il consenso dell’altro genitore. I dati riportati nel modulo assumono il carattere di dichiarazioni sostitutive di certificazione, rese ai sensi del Dpr 445/2000.


© RIPRODUZIONE RISERVATA