Servizi per il lavoro

Il placement di scuole e università resta al palo: inserito solo il 3,7% dei lavoratori

di Claudio Tucci

S
2
4Contenuto esclusivo S24

Parenti e amici continuano a essere il canale principale per trovare lavoro in Italia: un occupato su tre (vale a dire il 33,1%) deve il proprio impiego grazie all’intervento di un familiare o un conoscente. Al secondo posto, c’è l’autocandidatura (l’invio anche on line del curriculum vitae), che ha determinato direttamente un’assunzione al 20,4% dei candidati. Il flop dei servizi pubblici E i servizi pubblici per il lavoro? Restano su performance decisamente modeste: i centri per l’impiego (Cpi) ...


Quotidiano della Scuola

Scuola24 è il nuovo sistema informativo multimediale riservato a Docenti e Dirigenti scolastici, personale delle Università, Enti di Ricerca ed Istituzioni.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?