Formazione in azienda

Il graduate program accelera la carriera dei giovani manager

di Alberto Magnani

Il management? Si studia in aula, si rinforza sul campo. I talenti under 30 possono accelerare gli inizi di carriera con un graduate program, programma di formazione professionale imperniato su training in azienda e rotazioni internazionali. I compensi, erogati sotto forma di stipendi a tutti gli effetti, viaggiano già in Italia su medie di 1.800-2mila euro netti al mese. Ma, se si guarda all’estero, i numeri crescono ancora: un’indagine della società di ricerca britannica High Fliers ha stimato che oltre un quarto dei graduate program fissa compensi sopra l’equivalente di 45mila €, con picchi da 50mila tra grandi studi legali e colossi dell’investment banking.

Quali sono le opportunità in corso? Il Sole 24 Ore ha registrato 650 posizioni nel nostro paese e all’estero, in una ricerca che ha incluso anche formule complementari come internship e contratti ad hoc per neolaureati. Hewlett Packard Inc, marchio storico dell’Ict, offre 244 opportunità su scala globale. I programmi per risorse graduate sono distribuiti tra sei divisioni, a seconda della funzione di business scelta: da engineering al marketing, dalla supply chain a business development e big data.

Ubs, il gigante bancario svizzero, propone quasi 150 posizioni divise fra graduate training program, Mba program e internship generali. Il graduate training program forma laureati nel ramo economico-finanziario per le varie divisioni dell’istituto di credito, il programma Mba si dirama in due indirizzi: un summer associate program per i candidati che hanno concluso il primo anno di master e un full-time associate program destinato ai professionisti già in possesso del diploma di business administration.

Per restare nel ramo bancario, Deutsche Bank mette a disposizione un totale di 71 opportunità per gli universitari che si completeranno gli studi tra 2016 e 2017. Solo a Milano si parla di quattro sbocchi in altrettante aree di business, in linea con background e prospettive di carriera dei laureati ammessi: Corporate finance, Deutsche asset&wealth management, Global transaction banking e Risk.

Ancora nel perimetro della finanza, ma a nord di Francoforte, emergono le 41 posizioni di Nordea Bank. L’istituto bancario, di casa a Stoccolma, “filtra” con una selezione accurata i talenti che possono accedere programmi graduate in settori come cash management, corporate strategy e retail banking nelle sedi di Danimarca, Finlandia e Norvegia e Svezia. Requisiti per inoltrare la candidatura? Conoscenza impeccabile dell’inglese, un’esperienza lavorativa inferiore ai due-tre anni e il possesso di un master in curriculum. Numeri simili a quelli di Axa, il gruppo parigino delle assicurazioni: 41 posizioni aperte per i suoi graduate program nel 2016, con destinazioni dal Messico al Belgio e opportunità su funzioni attuariali e di analisi dei dati.

E per i laureati di estrazione Stem, il complesso di discipline scientifiche, tecniche, ingegneristiche e matematica? L’offerta di livello graduate è trainata, tra gli altri, da società del settore farmaceutico (GlaxoSmithKline, Novo Nordisk) e petrolifero (Shell). GlaxoSmithKline attrae talenti scientifici per il suo Future Leaders program, uno schema di inserimento di laureati in 16 sottodivisioni del gruppo come Ricerca&Sviluppo, product development, manufacturing science ed environment, health, safety and sustainability. Le posizioni totali per profili graduate, stage inclusi, sono 40. Novo Nordisk offre 28 posti tra tirocini di 4-6 mesi e 18 “pacchetti” diversi di graduate program: programmi a rotazione, per una durata media di due anni, con destinazioni dalla risorse umane a It e appalti.

Infine Shell, il colosso anglo-olandese dell’oil&gas: 34 posizioni, dallo Shell graduate program (2-5 anni, con assistenza di un mentor) all’assessed internship per laureati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA