Servizi per il lavoro

Orientamento al lavoro, il programma «Pol» della Bocconi compie vent'anni

di Alessia Tripodi

S
2
4Contenuto esclusivo S24
Il programma rivolto a studenti e neolaureati basato sulle neuroscienze ha coinvolto fino ad oggi 9mila giovani e oltre 200 operatori

Oltre 9mila studenti e neolaureati orientati e corsi di formazione per più di 200 orientatori. E' il bilancio dei 20 anni di attività del Pol Bocconi, il sistema di orientamento dell'università milanese che solo nel 2014 ha proposto 27 giornate di incontri alle quali hanno partecipato più di 500 studenti/neolaureati, di cui 63 stranieri con colloqui in inglese, guidati da circa 90 orientatori di cui metà professionisti Hr d'azienda.

Vent'anni di orientamento al lavoro
Il ventesimo compleanno del Pol è stato festeggiato venerdì scorso a Milano con un convegno su attitudini e sviluppo delle carriere al quale ha partecipato anche l'assessore milanese al Lavoro, Cristina Tajani.
Il programma di orientamento si articola in due momenti, un lavoro di gruppo e un colloquio individuale ed è guidato da orientatori e professionisti delle risorse umane di imprese internazionali con le quali la Bocconi lavora a stretto contatto.
Alla base del Pol c'è un modello teorico basato sulle neuroscienze, il Maspi (Modello di ascolto delle strategie percettive individuali): ideato da Roberto Vaccani, docente di comportamento organizzativo della Sda Bocconi, il modello propone categorie di analisi che permettono di descrivere i profili attitudinali dei diversi ruoli organizzativi.
Il Pol rientra tra le iniziative del Career Service della Bocconi che durante tutto l'anno mette in campo attività di orientamento e contatto con le aziende per offrire agli studenti concrete possibilità di inserimento nel mondo del lavoro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA