Enti e regioni

Formazione continua, sul web la piattaforma informatica per presentare i piani

di Simona Sperindè

S
2
4Contenuto esclusivo S24


E’ on-line la piattaforma informatica di Fondo professioni per presentare i piani formativi a valere sugli Avvisi 01/15 e 03/15, che prevedono un ammontare di risorse pari a 9 milioni di euro.
L’Avviso 01/2015 finanzia – per un importo massimo di 30 mila euro per singolo piano formativo – corsi e seminari destinati ai dipendenti (a tempo indeterminato, determinato e con contratto di apprendistato) degli Studi professionali che applicano il Ccnl e aderiscono al Fondo. Sono messi a disposizione 4,5 milioni, di cui 3,5 per le attività corsuali e 1 per le attività seminariali
L’Avviso 3/2015 è invece rivolto alle aziende che non applicano il Ccnl Studi professionali. Lo stanziamento è sempre di 4,5 milioni, di cui 4 per le attività corsuali e 500 mila per quelle seminariali. Il contributo per singolo piano formativo non potrà superare l’ammontare di 50 mila euro per le attività corsuali e 30 mila per quelle seminariali. Per quanto riguarda la formazione “a sportello” – ovvero se non è previsto un meccanismo di gara ma una valutazione individuale – Fondo professioni ha deliberato, il 5 ottobre scorso, un incremento di un milione di euro per il bando 2/2014. Con tale incremento il limite massimo di 1.200 euro per proponente viene azzerato, dando la possibilità a coloro che hanno esaurito il proprio plafond di presentare nuovamente le domande di finanziamento.


Banche e assicurazioni
Novità anche per il Fondo banche e assicurazioni, che ha pubblicato le graduatorie relative ai piani formativi per il comparto assicurativo e per il comparto creditizio-finanziario, relativi agli Avvisi 1/2015 e 3/2015.
L’Avviso 1/2015 (Piani aziendali, settoriali e territoriali) ha ancora una disponibilità residua di 14 milioni. Ogni singola impresa, beneficiaria anche di più Piani, può avere un finanziamento complessivo correlato al numero dei dipendenti iscritti al Fondo al 31 gennaio 2015 (competenza dicembre 2014), esclusi i dirigenti. La scadenza per la presentazione delle domande di, da effettuarsi tramite l’apposita piattaforma informatica, è stata anticipata al 6 novembre.
L’Avviso 3/2015 è riservato alle aziende bancarie ed assicurative di dimensioni minori. La sua dotazione finanziaria, pari a 7 milioni, è in esaurimento. Rimane infatti un residuo al 19 ottobre un residuo di circa 605 mila euro. I requisiti indispensabili per la presentazione delle domande di finanziamento sono:
a) adesione al Fondo effettuata entro il 31 gennaio 2015;
b) numero di dipendenti alla data di presentazione della domanda di finanziamento non superiore a 500 unità;
c) se sono previste più imprese, il totale aggregato dei dipendenti delle imprese beneficiarie coinvolte nel Piano non potrà superare le stesse 500 unità;
d) essere in regola con l’inserimento nel sistema informatico Cfi (Contribuzione fondo interprofessionale) dei dati relativi alle dichiarazioni mensili presentate all’Inps.


© RIPRODUZIONE RISERVATA