Personale della scuola

L’ente locale paga le spese per la linea adsl negli uffici scolastici

di Andrea Alberto Moramarco

Le spese per l’installazione e l’utilizzo della linea adsl negli uffici amministrativi scolastici sono a carico degli enti locali, sia se vengano considerate rientranti tra le spese per «le utenze telefoniche», sia se vengano reputate tra le «spese varie d’ufficio». Lo ha affermato la Corte dei Conti con una delibera del 7 gennaio .

Il quesito
È stato il sindaco del comune di Camaiore a porre la questione dinanzi ai giudici contabili. Nello specifico, il primo cittadino del comune toscano chiedeva se le spese per le linee adsl ad uso amministrativo degli istituti comprensivi e dei singoli plessi scolastici rientrassero tra gli oneri per l’installazione degli impianti e pagamento dei relativi canoni che, ai sensi dell'articolo 3 della legge 23/1996 (Norme per l'edilizia scolastica), sono a carico dell'ente locale.

La risposta della Corte dei Conti
I giudici contabili danno una risposta positiva al quesito. Innanzitutto, la Corte ricorda che in base alla disposizione richiamata dal sindaco «sono a carico dei Comuni gli interventi in favore degli edifici da destinare a scuole materne, elementari e medie, mentre spettano alle Province quelli per gli edifici da destinare a sede di istituti e scuole di istruzione secondaria superiore».

Ciò posto, i giudici richiamano, in primo luogo, alcune disposizioni del D.lgs. 297/1994 (testo unico in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado), in particolare l'articolo 190 che in tema di gestione e manutenzione degli edifici scolastici prevede l’obbligo dei Comuni di sostenere le spese per il servizio telefonico, «nel quale deve intendersi oggi compreso l’accesso alla rete Internet mediante la tecnologia adsl». In secondo luogo, la Corte richiama anche l’articolo 3 della legge 23/1996, menzionato nel quesito, che conferma l'onere per gli Enti locali facendo riferimento a “spese varie di ufficio”, ovvero tutte quelle voci di spesa che servono per garantire il funzionamento di una scuola, tra cui si può far rientrare la linea per l’accesso ad Internet.


© RIPRODUZIONE RISERVATA