Servizi per il lavoro

Pionieri nei tirocini con obbligo di rimborso

di Silvia Pieraccini

Per spingere l’occupazione giovanile, fin dal 2011 la Toscana ha varato – tra le prime in Europa - il progetto GiovaniSì, che obbliga a una retribuzione (cofinanziata) per i tirocini, e ha messo in campo interventi per avvicinare i giovani al mercato del lavoro. «Garanzia giovani si inserisce in questo progetto – spiega l’assessore regionale al lavoro, Gianfranco Simoncini – a cui sono stati destinati circa 400 milioni e che ha coinvolto 132mila persone».

La Toscana, per adesso, ha visto solo 4,5 milioni (il 7%) dei 65 milioni che le sono stati assegnati dal Governo per Garanzia giovani nel 2014-2015. «Ma a dicembre scorso le risorse impegnate sul bilancio regionale erano di 15 milioni – spiega l’assessore toscano al Lavoro, Gianfranco Simoncini – mentre i pagamenti arrivavano a 5,2 milioni. E questo significa che la Regione sta anticipando con risorse proprie gli interventi». I giovani registrati al programma sono, a oggi, 26.788 (anche se solo 20.623 hanno completato l'adesione sul portale regionale); i centri per l’impiego hanno fatto (dal 15 maggio a oggi) 14.457 colloqui di orientamento; sono stati siglati 11.849 patti di attivazione e definiti 11.754 profili. I giovani inseriti nel mercato del lavoro sono stati 3.774 (il 32%), di cui 2.088 grazie a tirocini, la misura attiva più utilizzata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA