Servizi per il lavoro

Corsia per il posto fisso grazie ai fondi Fse

di Giorgio Costa

Budget 2014-2015 di 74 milioni, 33mila adesioni, 16mila giovani che hanno giù stipulato un patto di servizio ed individuato con l’ausilio dei centri per l’impiego le misure utili per favore la loro occupabilità e altri 10mila circa in attesa di fare il colloquio orientativo e di stipulare il patto. Questi i risultati del progetto Garanzia giovani in Emilia-Romagna.

«Tutte le misure previste sono attive - spiega l’assessore al lavoro e formazione professionale Patrizio Bianchi - pur nella complessità attuativa che deriva da un quadro nazionale in continua evoluzione, che rischia di non favorire tutte le potenzialità del progetto». Grazie al lavoro fatto nella prima parte del 2014 sono state costruite le precondizioni per l’attuazione delle misure, come l’individuazione delle competenze e delle strutture necessarie all'iniziativa. Per quel che riguarda la staffetta generazionale non rientra nel progetto Garanzia giovani ma, spiega Bianchi, «esiste un progetto dedicato, promosso dal ministero del Lavoro, con cui siamo in attesa di firmare la convenzione per finanziare le domande da parte delle imprese». Complessivamente, la Regione ha finanziato con 20 milioni, in parte Fse,l’ingresso di 2.648 persone nel mondo del lavoro. Gli incentivi hanno favorito assunzioni a tempo indeterminato (509 giovani) e la stabilizzazione a seguito di contratti a termine (1.182) o di apprendistato (957).


© RIPRODUZIONE RISERVATA